Subbuteo, a Napoli una due giorni di sfide da seguire

Nel cuore del Rione Traiano, a poche decine di metri dai luoghi saliti alla ribalta per un grave fatto di cronaca, c’è una realtà che continua a funzionare: è il Polifunzionale di Soccavo, che ospita numerose società sportive e permette a centinaia di ragazzi di salire sul parquet, sul tappeto o di cimentarsi con giocatori in miniatura e tappeti verdi. È il Subbuteo, che a Napoli ha un solo “re”, Massimo Bolognino, l’atleta che ha vinto tutto e che oggi dirige la Eagles Napoli.

Questo fine settimana, la Eagles porterà a Napoli le migliori squadre internazionali per l’International Open of Naples 2014 di calcio tavolo. La manifestazione si svolgerà in due giorni: sabato competizione a squadre con inizio ore 9.30 e finale alle 18. Subito dopo si disputeranno la Supercoppa Italia categoria cadetti tra Master Sanremo e Salernitana e la Supercoppa Italia master tra Eagles Napoli (Campioni d’Italia in carica) e la Reggiana (vincitrice della Coppa Italia). Domenica torneo individuale sempre con inizio alle 9 e finali alle 18. Al Polifunzionale i migliori talenti del Subbuteo mondiale, provenienti da Spagna, Grecia e Inghilterra. Riflettori accesi sullo spagnolo Noguera, Campione del mondo open, e sui pluricampioni mondiali Bolognino, Massimiliano Nastasi, Carlos Flores e Saverio Bari. Tra gli under, Luigi Di Vito, Matteo Ciccarelli, Francesco Vezzuto.

napoli.repubblica.it