Serie B, il Cosenza si coccola il talento di un attaccante partenopeo

Tutino cosenza

Se il Cosenza è situato in una posizione di classifica abbastanza tranquilla molto lo deve al talento del partenopeo Gennaro Tutino. L’attaccante anche ieri ha sfoderato un’altra prestazione maiuscola condita dalla rete — di pregevole fattura — con la quale la formazione calabra ha superato (1-0), fra le mura amiche, il Carpi di Fabrizio Castori. Azione solitaria che mette a sedere l’ultimo difensore biancorosso e tiro nell’angolino dove il portiere avversario non può arrivare: questa la perla che ha fatto esplodere di gioia il San Vito-Marulla. Si tratta del settimo sigillo in campionato per il napoletano in ventitré presenze.

 

IDENTIKIT – Cuore e talento tutto partenopeo per Tutino che ai tempi delle giovanili azzurri era considerato un vero fenomeno tanto da guadagnarsi le prime convocazioni in prima squadra nell’era Benitez. Molteplici prestiti — Vicenza, Avellino, Carrarese, alcune delle maglie indossate — in giro per l’Italia e tanti infortuni hanno frenato la crescita dell’attaccante classe ’96. Ora a Cosenza sembra essere ripresa la sua ascesa: l’anno scorso la conquista della serie B con i calabresi e adesso un grande torneo proprio in serie cadetta. Il cartellino è ancora di proprietà del Napoli, segno che gli azzurri non hanno del tutto abbandonato il talento partenopeo. Chissà che Ancelotti e il suo staff non stiano pensando di valutarlo attentamente la prossima estate, anche se prima c’è una stagione da concludere nel migliore dei modi a Cosenza.

 

fonte foto: napolisport.net