Eccellenza, Afragolese sprecona: il Giugliano espugna il “Moccia”

Afragolese

Il big match della ventiseiesima giornata del gruppo A di Eccellenza è senza dubbio la gara tenutasi allo stadio “Luigi Moccia” di Afragola fra i padroni di casa dell’Afragolese e il Giugliano. Entrambe le squadre occupavano la seconda piazza a 55 punti, distanti quattro lunghezze dalla capolista Frattamaggiore. Pubblico delle grandi occasioni che sottolinea l’importanza della sfida: i rossoblu scendono in campo con un 4-3-3 con Marzullo a dirigere l’orchestra e Di Finizio e Panico a supporto del bomber Maggio. Gli ospiti, invece, si presentano con Murolo e Caso Naturale ai lati del 42enne Dino Fava Passaro, centravanti con un trascorso nella primavera del Napoli e con svariate presenze in serie A con le maglie di Udinese e Treviso.

 

LA GARA – La prima occasione del match è targata proprio da Fava: il centravanti lancia Murolo sulla destra che pesca al centro lo stesso Fava, il quale con una girata manda il pallone di poco a lato. Al 21′ una percussione di Santonicola semina il panico nella difesa giuglianese, costringendo i gialloblu al fallo al limite dell’area: Marzullo su punizione spara sulla barriera. Ancora l’ex Pomigliano, su un altro calcio piazzato, e Panico impensieriscono l’estremo difensore ospite prima della fine del tempo.

 

ATTO II – L’allenatore Vigorito — in sostituzione di mister Masecchia squalificato — opera il primo cambio della gara nella ripresa con Mansour al posto di Vitiello. Proprio il neo entrato si rende subito pericoloso rubando la palla sulla linea di fondo e crossando all’accorrente Maggio che al volo costringe Mola alla respinta di piede, poi ancora Panico non riesce a ribattere in rete. Il match si sblocca al 66′: punizione dalla destra di Liccardo e Caso Naturale di testa supera l’incolpevole Pezzella. Mister Vigorito getta nella mischia Vincenzo Pisani ed è proprio l’ex Pomigliano a rimettere il punteggio in parità con una girata di testa su calcio d’angolo battuto da Marzullo. Al 77′ è il Giugliano a sfiorare il vantaggio con Di Girolamo con uno stacco poderoso che manda il pallone di poco a lato. È il preludio al vantaggio ospite: l’orologio segna 83′ quando Caso Naturale in azione solitaria si accentra e infila i difensori afragolesi, servendo un pallone d’oro a Bacio Terracino che da solo dinanzi al portiere non sbaglia. L’Afragolese si riversa tutta in attacco ma si rende pericoloso solo all’ultimo istante, quando in mischia su calcio d’angolo reclama un penalty per un sospetto fallo di mano di Caso Naturale, ma il direttore di gara non ritiene di dover decretare la massima punizione. Termina, dunque, con il risultato di 2-1 per il Giugliano che di fatto elimina dalla corsa alla promozione diretta una tenace Afragolese.