Pomigliano, ricordi Augello? Ieri ha sfidato il Napoli a Marassi!

I tifosi pomiglianesi non ricorderanno il nome del terzino sinistro Augello. Ma senza ombra di dubbio rimembreranno la squadra che lo ha lanciato, vale a dire il Pontisola, compagine bergamasca di quarta serie che nella stagione 2013/14 ha ceduto il passo al Pomigliano in una storica finale di Coppa Italia di quarta serie. I granata s’imposero 7-6 dopo i calci di rigore portando nella città dell’Alfa il prestigioso trofeo di categoria.

 

DALLA D ALLA SAMPDORIA – Nell’11 mandato inizialmente in campo da mister Del Prato in quell’aprile del 2014 al “Buozzi” di Firenze c’era anche Tommaso Augello, terzino sinistro classe 1994 che ieri sera ha sfidato il Napoli di Gattuso indossando la maglia della Sampdoria. Augello, nativo di Milano e proveniente dallo Spezia, ha duellato con l’ex Real Madrid Callejon tenendo botta per una buona parte salvo poi farsi sopraffare dall’esperienza dei suoi dirimpettai. 

Ecco il tabellino della gara del 3 aprile 2014:

POMIGLIANO-PONTE S.PIETRO ISOLA 7-6 dtr (2-2)
Marcatori: 1’pt Rea (PO) aut., 21’pt Romano (PO); 28’st Salandra (PS), 45’st Panico (PO) rig.
POMIGLIANO: Di Costanzo; Parentato, Rea (dal 28’st Schioppa), Varriale; Oretti; De Rosa (dal 28’st Esposito), Fregola (dal 14’st Pontillo), Festa; Panico, Suriano; Romano; a disp. Caliendo, Di Finizio, Esposito, Cantone, Tassoni, Iattarelli; All. Seno
PONTISOLA: Natali; Caffi, Persico, Suardi, Augello; Mologni (dal 19’st Traini), Luzzana (dal 26’st Rossetti), Ruggeri, Rotini; Crotti; Salandra; a disp. Mora, Bottini, Vanoncini, Mazzucotelli, Milesi, Berera, Terzi; All. Del Prato

ARBITRO: Massimi (Termoli)

Assistenti: Margheritino (Savona) e Nicola Baoder (Castelfranco Veneto)
Quarto uomo: Volpi (Arezzo)

Note: Ammoniti De Rosa (PO), Esposito (PO), Caffi (PS). Spettatori 900 circa. Recupero 2′ pt e 5′ st. Angoli 3-6. Sequenza rigori: Pomigliano – Romano (gol), Panico (gol), Suriano (gol), Esposito (parato), Varriale (gol), Oretti (gol); Ponte S.Pietro Isola – Rotini (gol), Crotti (parato), Ruggeri (gol), Berera (gol), Salandra (gol), Traini (parato)

Pomigliano, Franco De Falco riceve il Sigillo Trecentesco dalla Triestina